giovedì 13 dicembre 2007

Per stomaci forti

Porcelline e porcellini, immagino che nella querelle fra Luttazzi e Ferrara alcuni stiano col primo, altri col secondo. Personalmente, non ce ne frega nulla; intendiamo piuttosto rivolgerci a quei pochi, se ci sono, che - immaginando Ferrara steso in una vasca con Berlusconi e Dell'Utri che gli pisciano addosso, Previti che gli caca in bocca e la Santanché in completo sadomaso che li frusta tutti quanti - si sono inevitabilmente eccitati.


A questi happy few vorrei segnalare un film Family Affairs, di cui ho letto sul forum SuperZeta. Si tratta di una signora brasiliana, Rosana, la quale sopperisce all'assenza del marito con l'arrivo del postino; non perché si faccia il postino (sarebbe banale, e in Brasile non lo sono mai), ma perché costui le porta ben impacchettato un video scat (peraltro della stessa casa produttrice che ha prodotto il film in questione). Rosana si sistema sul letto, senza mutande ma col reggiseno, e guardando il film si masturba per un po'; finché irrompono nella camera sua figlia Latifa e la sua amichetta Tatthy. Le due giovincelle si scandalizzano nel trovare la rispettabile Rosana tutta immersa nella visione di una zozzeria del genere; la madre si arrabbia non poco perché Latifa e Tatthy sono entrate senza bussare.


Come punizione e premio al contempo non solo le coinvolge in una dolce lesbicata a tre, ricca di baci, ma le fa anche pisciare in adeguati bicchieri che poi servono per un successivo brindisi. Poiché tuttavia i bicchieri sono un retaggio borghese e in Brasile governa Lula (Partido do Trabalho), Rosana decide di farsi pisciare addosso da Latifa e Tatthy, ovviamente ricambiando. I corpi nudi iniziano a sporcarsi, ma non abbastanza. Ciò avviene quando invece madre, figlia e amichetta prendono a fare la cacca sulla fica o sulla bocca l'una dell'altra. Deliziosa la scena in cui Rosana caca in bocca a Latifa e costei, per ovviare alla mollezza del prodotto, se la aggiusta sulle labbra con le dita. Da bongustai il gran finale nel quale, schifate dalla promiscuità del prodotto reciproco, le tre si liberano: Latifa si fa vomitare in faccia da Rosana, quindi in bocca da Tatthy e poi le due signorine vomitano insieme sul corpo nudo e pingue della madre sdraiata sul pavimento, che sorride abbracciandosi e se la gode molto più di quando aveva preso a masturbarsi guardando il video (che tuttavia continua a essere trasmesso dal televisore sullo sfondo, altra raffinatezza metanarrativa che ha fatto grande la letteratura sudamericana anche quando tratta argomenti più raffinati, si pensi a Jorge Amado o a Garcia Marquez).


Finisce con Latifa e Tatthy che baciano teneramente le guance della signora madre ben contenta, tutte e tre coperte di merda fino all'inverosimile. Corre voce che Latifa sia veramente la figlia di Rosana, e questo pettegolezzo (se confermato) non può che far correre un brivido di piacere lungo la schiena di ogni sadiano; quale io sono senza dubbio.


Poiché non si sa mai, preferisco non inserire il filmato incriminato, ma per chi vuole basta cliccare su questo link per vedere un trailer più che esaustivo. Io l'ho visto tre volte. La prima ero schifato, la seconda incuriosito, alla terza sono venuto.

9 commenti:

Anonimo ha detto...

io sono un appassionato, mfx mi piace molto come casa produttrice però non si trovano i film in videoteca..secondo te perchè? eppure l'estremo vende.

Ciao, mi chiamo farol.non scrivo mai su superzeta ma lo leggo.abbraccio.

diavolo ha detto...

@ Farol: Ammetto di non essere un appassionato del genere, ma a furia di leggere Sade mi è parso che il genere potesse incuriosirmi più che schifarmi.

Non ho mai provato a vedere se in videoteca o sexy shop ci fossero i video mfx. Ci farò caso la prossima volta, magari è un problema geografico. O di gestore.

Hai visto il filmato 2 girls 1 cup?

:)
diavolo

Tettonemaniaco ha detto...

Complimenti per la redversion... e per l'aver subito proposto un argomento tanto esplicito. Qui si discute veramente dell'essenza del porno. Ne ho parlato con la mia amica Nadia (che dell'estrremo ha fatto arte), mi sono convinto che sovevrtendo totalmente l'ordine si raggiunga ad una dimenzione oltre-morale ed oltre-umana di piacere. Una specie di porno-misticismo.

Ps: peccato non essere più tra i vostri link

diavolo ha detto...

@ Tettonemaniaco: hai fatto bene a convincerti, Nadia ha trovato un argomento estremamente persuasivo. Io avevo timori a ricominciare con un post così tanto esplicito, ma mi ha incoraggiato la lettura di Sade (Centoventi Giornate di Sodoma); in particolare, Nadia (ha un blog?) coglie nel segno nello scovare il piacere quasi infantile e anarchico che si prova col sovvertimento totale dell'ordine. Perché il sesso, altrimenti, è noiosetto.

d.

PS: Nel restyling alcuni link sono andati perduti, ma il tuo lo rimettiamo subito. Perdonaci!

Tettonemaniaco ha detto...

Diavolaccio, sai sempre individuare la giusta sfumatura.
Nadia ha un sito (e' linkato - l'ultimo inserito - al mio blog). Scrive e commenta su sexpatatina

diavolo ha detto...

Grazie! Ho già sbirciato ;)

d.

Tettonemaniaco ha detto...

Una troia assoluta. Una porno-cattolica ad onorem (anche in questo mondo ci sono "atei devoti", no?)

diavolo ha detto...

Altroché!

d.

Anonimo ha detto...

Sei forte!
Anneheche